“…erat enim ventus contrarius eis… et venit ad eos ambulans supra mare, et volebat praeterire eos (Mt, 6-48) ”

Controvento Aps nasce dalla passione di un gruppo di amici per la musica, la danza, la letteratura, la storia, l’arte e tutto ciò che ieri, oggi e domani si è chiamato, si chiama e si chiamerà cultura.

Quella cultura che è identità, che è tradizione, che è radici.

Abbiamo deciso di salire tutti su un’unica barca e issare le vele per iniziare un nuovo viaggio. Vorremmo essere, per rubare un altro termine alla marineria, un’unità di appoggio per chi crede nei nostri stessi valori e non si arrende al pensiero unico.

Perché Controvento? Perché ci piacciono le sfide e questo che viviamo è il tempo delle sfide, da tanti, troppi punti di vista. Il vento non tira sempre dalla parte giusta. E seguire sempre la sua direzione può diventare noioso, prevedibile e può condizionare la scelta della rotta. E noi la rotta l’abbiamo bene in mente.

Ma essere “controvento” non significa solo aderire a questa associazione.

Essere “controvento” è uno stato d’animo, una scelta di vita. Significa non aver perso la voglia di imparare e di mettersi in gioco. Essere “controvento” vuol dire avere il desiderio di trasmettere valori, di costruire passioni, di condividere conoscenze. E di organizzare lo spazio e il tempo perché tutto quello che sentiamo possa essere condiviso.

Per questo vorremmo creare luoghi di incontro, come i salotti buoni di un tempo.

Per questo vogliamo dare visibilità agli artisti, ma anche agli artigiani, i pensatori, a quelli che condividono i nostri desideri organizzando eventi e manifestazioni che ci consentano di correre lungo la linea del tempo senza paura di contaminazioni tra le arti.

Lo facciamo costruendo all’interno della nostra associazione gruppi di lavoro che grazie alle specifiche competenze riescono a tirare fuori le idee più originali da “mescolare” con sapienza per creare qualcosa di coinvolgente. E qualcosa più essere speciale anche se piccolo piccolo…